Dov’è l’essenziale?

Oggi, più che mai, mi chiedo dov’è finito l’essenziale. Dov’è? Dov’è quell’essenziale che, celato agli occhi, riscalda il cuore di chi lo accoglie dentro sé?

Il fatto che fatichi a percepirlo, probabilmente, dice qualcosa su di me. Forse non lo cerco bene, o forse non lo sto praticando quanto potrei. È un aspetto che vale la pena che analizzi, perché spesso le problematiche che vediamo fuori sono un riflesso delle carenze che sperimentiamo al nostro interno.

Detto questo, ci sono un po’ di statistiche che mi fanno riflettere. Quasi 800 milioni di persone al mondo non hanno da mangiare. Più di un miliardo di persone, invece, è in sovrappeso per eccessiva alimentazione. I litigi sono all’ordine del giorno: quelle tecnologie, che tanto dovrebbero aiutarci a comunicare, ci stanno spesso distanziando. Qualsiasi telegiornale parla di crisi, eppure è difficile vedere giovani senza un iPhone in mano.

Abbiamo inventato un sistema economico ed industriale che dovrebbe supportare il benessere umano, e in molti stanno male proprio a causa di tale sistema economico ed industriale. In molti non ricordano cosa sia la passione, abbandonati alla monotonia del noto e del quotidiano.

In tutto questo, dov’è l’essenziale? Il molti vivono la vita dei loro sogni, fortunatamente. Quello che mi chiedo è: che percentuale di popolazione mondiale vive la vita dei suoi sogni? Quanto è possibile, in concreto e con questo sistema, fare in modo che la maggior parte delle persone viva il proprio miracolo? Che scelta ha un bambino che muore di fame? In concreto, che cambiamento può operare una persona immersa nei circoli della corruzione e dell’assenza di compassione? Come può una persona cambiare veramente, se non si sente aiutata, compresa e supportata?

cuore-1440x580

Dov’è l’ascolto? Dov’è il desiderio di donare? Dov’è quel desiderio di comunicare per imparare sempre qualcosa di nuovo?

Quante domande, e quante poche risposte. Questo mi fa riflettere profondamente. Probabilmente io stesso mi sto facendo assorbire dal pormi delle domande senza vivere attivamente per trovare risposte che generino cambiamento. Eppure, guardandomi intorno spesso fatico a riconoscere l’essenziale nelle azioni.

Per questo, oggi, mi chiedo: dov’è l’essenziale? Come posso ritrovarlo?

A presto,

Mattia

Annunci

Un pensiero riguardo “Dov’è l’essenziale?

  1. L’essenziale lo trovi nel silenzio e nella natura, nelle pratiche artistiche senza pensare a quanto possa piacere ad altri. Lo puoi trovare cucinando senza l’assillo del tempo occorrente e quando sarà pronto. Nelle cose semplici, fatte per il gusto di farle senza avere un altro motivo…lì trovi te stesso….le domande e le risposte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...